Posa in opera Parquet

Buona vita, oggi trattiamo un passaggio abbastanza delicato ovvero la Posa in opera Parquet: quali condizioni devono esserci per poter fare un lavoro a regola d’arte. Diamo per scontato che avremo un massetto idoneo alla Posa in opera Parquet, per cui le operazioni successive sono la verifica delle quote sulle varie soglie ( tutte quelle zone che vengono pavimentate con materiali diversi dal legno) tra cui quella d’ingresso, molto importante perché spesso si incomincia la Posa in opera Parquet proprio da questa zona.

Altra condizione fondamentale è un ambiente con umidità costante ovvero infissi in opera, muri rasati e stuccati con anche fissativo e prime mani di vernice……

Se abbiamo il riscaldamento a pavimento dobbiamo rifare una breve accensione di circa 5 giorni per la Posa in opera Parquet che sia a massello o prefinito.

Come vedete la Posa in opera Parquet per certi aspetti e’ abbastanza complicata per cui affidatevi sempre a mani sapienti ed esperte.

 

Forest Parquets S.r.l. Andria

Parquet-prefinito-a-spina-francese

Pulizia e manutenzione parquet e pavimenti in legno

La domanda piu’ frequente dopo aver scelto il vostro “pavimento in legno” o #parquet e’ sempre la stessa: come si pulisce? Come si fa manutenzione? Posso lavarlo e con che frequenza? Bene rispondiamo a tutto questo. Bisogna fare solo una piccola distinzione tra “parquet verniciato” e” parquet oliato“: il primo non ha bisogno di interventi particolari nell’immediato dal punto di vista della manutenzione, mentre per il secondo andra’ di tanto in tanto rinnovata la patina superficiale stendendo un prodotto di manutenzione contenente oli e cere in emulsione per favorire la protezione del #parquet. La manutenzione ordinaria di entrambi prevede  la rimozione della polvere con panni antistatici catturapolvere o scopa elettrica con frequenza giornaliera ( in funzione della stagione ) e del tipo di #parquet ( essenze chiare mascherano meglio la polvere). Il lavaggio del  #parquet invece avviene a seconda dell’esperienza personale, infatti NON e’ necessario lavarlo con cadenza giornaliera, si utilizza un panno morbido in microfibra e l’utilizzo di sapone assolutamente neutro, tralasciando i prodotti presenti negli scaffali dei supermercati in quanto gli stessi utilizzano cere brillantanti che nel tempo si stratificano lasciando zone piu’ lucide (meno calpestate) e zone opache (con piu’ passaggio) quindi per ovviare a questo inconveniente (lucentezza /opacità )bisogna decerare il “pavimento in legno “con un intervento professionale. Altro cruccio e’ la quantità di acqua da utilizzare: il legno e’ una materia naturale sempre viva per cui ha bisogno di piu’ acqua nella stagione secca e meno in quella invernale infatti a tal proposito sarebbe cosa giusta avere in casa uno strumento per rilevare l’umidità ambientale e regolarla di conseguenza.

Prodotti Manutenzione 1 Prodotti Manutenzione 2